Ricerca Organica
vs
Ricerca a Pagamento

Premessa
Prima di continuare il lettore dovrebbe porsi una domanda come si trovano i contenuti che ci sono nel mare chiamato Internet.
Alcuni potrebbero rispondere, metto quello che cerco su Google e ... oppure scrivo nel browser e mi ritorna tutti i risultati della mia ricerca.
Ma come abbiamo questi risultati potrebbe non essere così scontato.
Ricerca Organica
La ricerca organica nasce con il sito realizzato a regola d'arte, ovvero con tutte quelle pratiche che i motori di ricerca richiedono per una indicizzazione pottimale del sito internet.
  • Vantaggi:
    i costi sono nulli, i nostri clienti ricevono costantemente un'ottimizzazione del sito
  • Svantaggi:
    Non è consigliato per chi ha fretta. I tempi di "reazione" possono essere lunghi. Questo tipo di inidicizzazione non è indicato a siti di e-commerce
Ricerca a Pagamento
La ricerca a pagamento è il sistema più veloce per portare un sito internet nella prima pagina di un motore di ricerca, a prescindere che sia stato fatto o meno a regola d'arte.
In questo caso il poszionamento lavora dietro un pagamento che il proprietario del sito effettua nei confronti del motore di ricerca.
  • Vantaggi:
    i costi variabili in base al costo delle parole chiavi (keywords) del momento, un sistema basato sul principio delle aste. Velocità a comparire in prima pagina
  • Svantaggi:
    I costi possono diventare elevati e il ritorno potrebbe essere basso rispetto alle aspettative.
Conclusionie Consigli
Non consigliamo la ricerca a pagamento perchè una volta iniziata non può essere interrotta in alcun modo. L'interruzione porta inesorabilmente il sito nell'oblio del motore di ricerca. Si chiama motore di ricerca, ma non lavora come un motore di un auto. Il pensare di dare una "pompata" o un "calcetto" per poi mantenere la posizione, è impensabile e improponibile da parte nostra.
La ricerca organica, invece, si basa su una curva lenta inziale e viene mantenuta nel tempo.

Informatica Valsusa - P.Iva: 10463170018