21
Ottobre
2017

Un sito internet quanto mi costa?

Possiamo pagarlo poco?

Un sito internet quanto mi costa?

Quanto costa realizzare un sito internet?
Parafrasando una frase di un celebre film: ho sentito cose che voi umani nemmeno immaginate, ai confini del Jscript ho visto i raggi CSS balenare e tutto ora deve finire e tempo di fare un prezzo. E' tempo di dire tutta la verità...


Quando si vuole realizzare un sito internet è bene avere chiare una ed una sola cosa: quanto volete spendere.

Risposta A: poco

Risposta B: il giusto

Oggi avere un sito internet è la norma, forse una volta era prassi avere una pagina o un riquadro sul giornale locale. Ma internet è più pervasivo, entra nella nostra vita più capillarmente. Oggi la pubblicità che si può fare su questo mezzo diventa molto mirata e anche locale. Un sito internet è come avere un pezzo di casa in un terreno. Con un sito internet siamo libero di pubblicare effettivamente quello che si vuole, i social media hanno le loro regole e possono darci fastidio per alcune pubblicazioni, alcune immagini che potrebbero essere categorizzate in modo erroneo. Potremmo vederci il nostro account Facebook chiuso, o bloccato per un non nulla.
Con un sito internet questo non capita, può capitare che il provider lo metta offline, ma questo non succede con noi.

Quindi si torna alla domanda: Quanto costa un sito internet?

La risposta A è ovviamente errata, ma la B, il prezzo giusto, quanto vale questo prezzo giusto?

Il prezzo giusto ha una ed una sola risposta, dipende dall'onestà di chi realizza il sito. Chi realizza il sito conosce perfettamente quando costa realizzare un sito, il materiale (Worstation e non pc), i programmi, l'hosting ed infine le competenze.

Le compentenze non sono gratuite, questa è un fattore che rientra nella realizzazione di un sito. Purtroppo per il profano, riconoscere chi è competente da chi non lo è, è difficile. Molto difficile. Ma li potete individuare con una semplice domanda, che hosting utilizzate?
Utilizzare hosting come Aruba o altri non è un segno di professinalità. Mentre avere un proprio server, anche a noleggio significa conoscere tutte le dinamiche che comportano la sicurezza di un sito. Saper programmare bene e soprattuto curare gli interessi del cliente, che alla fine sono anche i nostri interessi. Un cliente soddisfatto è sempre un buon biglietto da visita.

Sul lato attrezzatura non è detto che chi si presenta con laptop Apple e IPad sia il top, è un po' come presentarsi da un cliente con una Ferrari, solo per fare una ottima impressione. Ma poi diradato il fumo della buona impressione, rimane la fregatura.
Certo che ci sono anche fior fiore di professioni molto seri e competenti che utilizzano i computer Apple, quindi al momento rimane la prima domanda per individuare la fregatura.

Quindi ora vi devo assolutamente quanto vale il prezzo giusto.

Il prezzo giusto è dato da:

  • dimensione del lavoro, quindi quante ore/uomo dovranno essere spese
  • copywriting, lavoro di stesura dei testi in modo chiaro, veloce e comprensibile ai potenziali visitatori
  • aggiornamenti, un sito non è un isoletta in mezzo al mare. E' una pianta e deve essere innaffiata con argomenti sempre nuovi e freschi
  • manutenzione, backup costante dei dati, aggiornamenti della piattaforma (Joomla, Wordpress o altro)
  • ultima nota dolente, la costante pubblicazione delle news sui vari social media
Consigli: diffidare da chi non vi propone un pacchetto di aggiornamento o di chi non ne parla affatto. Quella persona non sta facendo il lavoro giusto e non sa assolutamente di cosa si stia parlando.
Diffidare anche di chi non parla di pubblicare news sui social media e anche di non accenna minimamente al lavoro del o dei copywriting.
Ricordatevi sempre che Responsive non è una parolaccia, ma significa che il sito viene visualizzato correttamente sia sul computer che sui cellulari...
Infine se proprio volete un disastro, affidatevi al ragazzino smanettone e pagatelo poco.

Categorie: ottobre, 2017

Informatica Valsusa - P.Iva: 10463170018